Ponte Galeria, scuola “La Coccinella Curiosa”: Quarto furto in un anno

Nell’arco di un anno la scuola per l’infanzia di Via Portuense subisce il quarto furto. Le effrazioni risultano cadenzate sempre negli stessi periodi dell’anno e nei primi giorni del mese:

  • ottobre 2012
  • sett/ottobre 2013 – giugno 2013
  • novembre/dic 2014 – giugno 2014
  • novembre 2015 – aprile 2015

Questa la refurtiva che in questi anni  è stata sottratta: pentolame, materiale didattico, materassini per il sonno, giochi, stereo, macchine fotografiche, monete nei distributori automatici, oltre che
oggetti personali dei dipendenti come divise, abbigliamento, scarpe antinfortunistiche, etc..

La struttura è posizionata in una zona isolata, pertanto anche incrementando il controllo da parte del corpo di vigilanza territoriale cio’ non impedirebbe l’accesso di estranei dai terreni privati e non vigilati che circondano la scuola.

La scuola "La coccinella curiosa è posta in una zona isolata

La scuola “La coccinella curiosa è posta in una zona isolata

Essendo furti subiti da 4 anni, sorprende che ancora non sia partita alcuna indagine o che ad oggi non siano state suggerite proposte risolutive per impedire il ripetersi di simili eventi.
La scuola nel 2010 viene ristrutturata e dotata di un sistema di allarme con relativo impianto (privo solo di telecamere) mai messo in funzione; nella commissione scuola dell’11/11/2015 viene affrontata l’idea di attivarlo, ma la commissione si chiude in maniera inconcludente ed evasiva senza alcuna proposta di risoluzione concreta:
quante commissioni serviranno ancora e a nostre spese?

Nel frattempo i genitori, su iniziativa dei Rappresentanti di Istituto hanno gia’ da tempo avviato una petizione (che aiuteremo a diffondere ) per procedere con la messa in sicurezza della scuola mentre restano spiazzati dalla mancata attenzione delle amministrazioni. La ditta privata che gestisce la mensa per tutelare i propri beni ha dovuto provvedere autonomamente all’installazione di sistemi di sicurezza quali lucchetti alle porte e grate alle finestre.

Con la presente il Comitato di Quartiere vuole invitare il Presidente del Municipio XI Maurizio Veloccia a mettere in funzione, quanto prima il sistema di allarme con riprese visive, il che non violerebbe alcuna legge sulla privacy poiche’ verrebbe attivato solo nelle ore notturne o nei giorni di chiusura della struttura.

Nel nostro stesso Municipio, inoltre anche altri istituti subiscono furti simili vedi quelli in Via Ressi, via Pescaglia e Via Lupatelli. Ci chiediamo:
com’è  possibile che una soluzione cosi’ a basso costo, non venga adottata ed incentivata dalle amministrazioni locali per tutte le strutture?

Il comitato, infine esprime solidarieta’ ai genitori che ogni giorno devono subire l’inefficienza e/o mancanza di servizi servizi quali: fornitura delle mense, termosifoni non funzionanti, mancata apparecchiatura didattica, etc.) e con l’occasione invita le istituzioni a finanziare con urgenza interventi mirati al ripristino della funzionalita’ degli edifici scolastici.

One comment
  1. Ma tanto che importa al comune, pagano i cittadini! Per non parlare poi dei furti negli appartamenti….. Ti ridono in faccia! A noi l’arma del delitto (un coltello puntato alla gola e perso durante la fuga) ci hanno detto addirittura di buttarlo!!! Altri che Ris….. Ros….. Questo è il paese dei burattini!

Rispondi a Vera Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Proudly hosted on HostAwesome.com